Leggere il paesaggio

Archivio di Stato di Pistoia

7 aprile 2017, ore 9.30 - Convegno

2017-04-07_ASPT

Quest’anno si è celebrata la prima Giornata nazionale del paesaggio a cui il MIBACT ha aderito. Sulla scia dei molteplici eventi che sono stati realizzati, l’Archivio di Stato di Pistoia propone un evento, di taglio prevalentemente didattico, rivolto ai giovani: “Leggere il paesaggio. aspetti antropologici, contenuti storici, ricchezza espressiva della natura, pianificazione e gestione” che si terrà venerdì 7 aprile alle ore 9,30 presso la Sala Studio dell’Istituto posta in P.tta delle Scuole Normali, 2. 
La conferenza, che vede la partecipazione di studiosi ed esperti provenienti dal mondo della ricerca e dell’università, si pone l’obiettivo di sensibilizzare i giovani ad un uso responsabile e sostenibile del paesaggio quale valore identitario, partendo dalla lettura dei suoi molteplici aspetti: antropologico a cura di Paolo De Simonis, storico a cura di Carlo Vivoli. Di gestione e tutela del territorio parlerà Veronica Tofani, mentre di espressività della natura, Roberto Fedeli. Modera Federico Bonechi.
Si propone la lettura di un paesaggio con il quale, pur facente parte della nostra quotidianità, non sempre riusciamo ad entrare in sintonia, o a stabilire un legame che coinvolga le emozioni e che, passando dalla percezione, predisponga tutti noi, ma soprattutto le nuove generazioni alla tutela e alla salvaguardia della sua bellezza.
Il paesaggio è per sua natura, in continuo cambiamento. Alcune trasformazioni sono naturali, altre possono essere attribuiti a cause antropiche: un’adeguata lettura del paesaggio può aiutare a porsi in maniera più critica, ma consapevole, di fronte a certi cambiamenti. 
Purtroppo alcuni eventi calamitosi di grande portata hanno ridisegnato e continuano a ridisegnare il nostro paesaggio. Di fronte a tali disastri, ci sentiamo impotenti e sgomenti e magari, soltanto allora, ci rendiamo conto che in poco tempo abbiamo perduto un patrimonio collettivo che pensavamo durevole ed invulnerabile. Per questo motivo riteniamo importante imparare a guardare il paesaggio in maniera estetica, non indifferente, ma liberando l’espressione delle emozioni che suscita e infine acquisendo il senso di responsabilità per la sua conservazione. 
Infine, ma non per importanza, leggere e capire il paesaggio vicino, oltre a favorire un aumento del legame affettivo con il luoghi, può insegnare a leggere paesaggi lontani, favorendo l’apertura ad un approccio interculturale, sempre più necessaria.

L'evento organizzato dalla sezione didattica dell'Archivio di Stato di Pistoia è a cura della Signora Cristina Gavazzi.

PROGRAMMA

Saluti introduttivi

Moderatore: Federico Bonechi (Tecnico -  Esperto protezione civile)

Paolo De Simonis (Socio Icom: International Council of Museums): Paesaggio: dimensione del non ancora

Carlo Vivoli (Membro Deputazione Storia Patria per la Toscana): Il passato è un paese straniero     

Veronica Tofani (Ricercatore Università degli Studi di Firenze): La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione (Cost. Art. 9)

Roberto Fedeli (Dottore forestale - ex Dirigente tecnico P.A. locale): Dalle foreste al cielo: un ponte fra natura e spiritualità


as-pt@beniculturali.it